Antiossidanti a cosa servono: fonte di benessere

Gli antiossidanti sono un'arma importante spesso sottovalutata, una strategia vincente per il benessere da non dimenticare mai. Sono sostanze che consentono un doppio risultato: far dimagrire e disintossicare l'organismo, duplice effetto che ha come conseguenza un generale benessere immediato.

Chi non vorrebbe un corpo più magro, ma allo stesso tempo anche più tonico e scolpito. I modelli proposti dai media in questo senso sono sempre più estremi, e se da un lato questa ricerca della perfezione (ammesso che sia quella la perfezione) è criticabile, non si può ignorare che per molte persone coincida con uno star bene con se stessi che è giusto perseguire. O almeno provarci.

Diete, privazioni, palestra e trattamenti sono sicuramente importanti, ma spesso si sottovaluta la necessità di depurare l'organismo, e lo si può fare con le erbe, i cibi e gli infusi che bruciano gli accumuli di grasso e i radicali liberi. La conseguenza, positiva, è dare una marcia in più al metabolismo, unica strada efficace per ottenere risultati a lungo termine e duraturi.

Gli antiossidanti hanno anche la capacità di bloccare gli ormoni che provocano la fame. Recenti studi pubblicati sulla rivista Nature e una nuova ricerca della Yale School of Medicine confermano che quando si è carenti di antiossidanti si rischia sia di invecchiare più velocemente che di produrre più tossine di quante il corpo non riesca a smaltire. Parliamo dei famosi radicali liberi, vera e propria cartina di tornasole del benessere.

Come ultima conseguenza, c'è quella di prendere qualche chilo di troppo. Il meccanismo è molto semplice quanto implacabile: i radicali liberi in eccesso inibiscono l'attività dei Pomc, neuroni predisposti al bloccaggio della grelina. Parliamo del famigerato ormone che attiva il segnale dell'appetito. Guai se i Pomc non funzionano o funzionano male, perchè si lascia via libera alla grelina che ci spingerà, con la fame, a mangiare molto più del necessario. Non solo: il metabolismo rallenta e gli adipociti prendono il sopravvento.