N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Caduta dei capelli, come contrastare la calvizie

La moda ha sicuramente dato una grossa mano a chi soffre di calvizie. Fino a un paio di decenni fa, avere pochi capelli era vissuto come un grave handicap estetico, al punto che il ricorso al parrucchino, anche per l'uomo, era una soluzione scomoda ma spesso adottata.

Poi la scienza ha fatto passi da gigante, ma soprattutto è cambiata la mentalità: chi ha pochi capelli oggi decide magari per una rasatura integrale, che non fa più scalpore essendo anzi adottata da atleti, attori, uomini politici quasi come uno status symbol di virilità piuttosto che come un problema estetico.

Ma la calvizie resta un problema diffuso in tutto il mondo, e non tutti accettano la caduta di capelli con filosofia. Basti pensare all'esempio del ct della nazionale Antonio Conte, che si è ribellato al suo problema con un trapianto che gli ha regalato una folta chioma. Di calvizie ne soffre circa un terzo della popolazione mondiale.

Perdere i capelli è un fenomeno naturale, considerato che ognuno di noi ne perde in media circa cento al giorno. Ma normalmente questi vengono sostituiti dalla ricrescita. In caso di calvizie questo non accade, e la conseguenza è il diradamento totale.

La calvizie può dipendere da molti fattori: dieta errata, carenza di minerali e di vitamine, stress, uso di medicinali aggressivi, inquinamento ed ereditarietà. Le cause genetiche sono le più frequenti.

Si può fare qualcosa per contrastare la calvizie? Certamente sì. Esistono molti prodotti in commercio estremamente efficaci.

Ma ci sono anche abitudini che possono circoscrivere il problema.

Innanzitutto bisognerebbe lavare i capelli con shampoo neutri, perchè alcuni prodotti possono causare infezioni del cuoio capelluto.

Occhio anche a tenere i capelli più puliti possibile. Le vitamine possono poi aiutare molto. In particolare la vitamina A, che stimola la produzione di sebo, importante per difendere il cuoio capelluto dall’azione degli agenti esterni. Anche la dieta è importante: mangiare proteine come carni magre, pesce, prodotti a base di soia aiuta a mantenere in forma il cuoio capelluto riducendo la caduta.

Una buona abitudine è poi quella di non spazzolare i capelli bagnati, perchè in questa condizione sono meno resistenti. Può aiutare anche il tè verde. Ma non bevendolo, bensì facendo degli impacchi con l’infuso di due bustine e lasciato raffreddare. Dopo una settimana vedrete già i primi risultati.