N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Come abbassare la pressione arteriosa: l'importanza dei controlli

Controllare abitualmente la pressione è una buona abitudine, soprattutto dopo una certa età o se si è soggetti a rischio, con malattie croniche in corso o se si è stati soggetti in passato di svenimenti o altri malesseri correlati con una possibile cattiva circolazione sanguigna.
Rischi e conseguenze
La pressione arteriosa è sicuramente uno dei fattori più influenti in possibili rischi cardiovascolari e per ridurla è necessario mettere i atto una serie di comportamenti e stili di vita che possano contribuire ad abbassarla naturalmente.
Come abbassarla naturalmente
Dieta e attività fisica possono contribuire a correggere irregolarità lievi, dunque quando la pressione è leggermente superiore alla norma. Questo è il caso in cui cambiare regime alimentare può essere sufficiente per farla rientrare nei valori normali. In casi più complicati, è necessario ricorrere a una terapia specifica, con farmaci che aiutino a tenere la pressione sotto controllo. In generale il primo alimento che viene sconsigliato a chi soffre di pressione alta è il sale, sia come condimento aggiuntivo che sotto forma di alimenti, come salumi e insaccati, che ne contengono in quantità elevate.
La pressione alta dà sintomi?
Comprensibile che non si possa quotidianamente o quasi controllare la pressione, soprattutto se non si è a conoscenza di averla alta. E allora come possiamo accorgerci di questa anomalia? Purtroppo metodi efficaci non ce ne sono, e infatti la pressione alta è definita killer silenzioso, perchè se non è molto grave non dà sintomi. E anche qualora ce ne fossero, si tratta di sintomi di difficile interpretazione, che possono essere scambiati per malesseri di altra natura e non riconducibile necessariamente a un problema cardiocircolatorio.

Ecco perchè diventa importante controllare la pressione, perchè la fibrillazione atriale, aritmia del battito cardiaco alla quale erroneamente si dà poca importanza, è uno dei fattori di rischio più importanti per la comparsa di ictus.