N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Come allenarsi in palestra: cosa fare e quando andare

Fare sport fa bene, l'ideale è farlo all'aria aperta. Ma non sempre è possibile, perchè non è detto che il clima lo consenta e soprattutto non è detto che si abbiano a disposizione spazi adeguati vicino alla propria abitazione. Se non è quindi possibile fare jogging o passeggiate in bicicletta, è necessario organizzarsi per capire quali possono essere le alternative migliori per coniugare piacere e benessere. Palestre e piscine offrono ottime soluzioni in questo senso, e consentono di organizzarsi scegliendo corsi durante la pausa pranzo, la sera o nei weekend.

Cosa fare in palestra

Se scegliete la palestra, sappiate che non è necessario andarci tutti i giorni della settimana, a meno che non abbiate obiettivi particolari. Sono sufficienti 2-3 allenamenti alla settimana da 45 minuti, regola valida sia per gli uomini che per le donne. Non cadete nell'errore di voler fare di testa vostra: fino a quando non prendete una certa dimestichezza con il vostro corpo e con le attrezzature, affidatevi a un istruttore. Inseme potrete stabilire i programmi in base agli obiettivi che volete raggiungere (mantenervi in forma o perdere peso). Se il vostro scopo è mettere su muscoli, potete pensare a utilizzare alcuni dei migliori integratori di creatina in commercio.

Quando andare in palestra

L'ideale è sempre allenarsi di mattina, quando la curva energetica tende a raggiungere il suo picco massimo. Ma è comprensibile che per chi studia o lavora si tratti di un momento della giornata in cui è difficile collocare un impegno simile, soprattutto se si ha intenzione di farlo con continuità nel tempo (unico modo per avere dei risultati). Va comunque bene anche un allenamento durante la pausa pranzo o la sera.

Consigli utili

Molti considerano il riscaldamento un momento noioso da evitare o da effettuare con superficialità. Niente di più sbagliato, soprattutto se ci si allena con i pesi. Il riscaldamento deve durare almeno un quarto d'ora e deve essere di tipo aerobico, dunque cyclette o tapis. Bene anche movimenti a corpo libero per sciogliere i muscoli della schiena, delle braccia, del collo e delle gambe. Servirà ad evitare infortuni e a recuperare più in fretta.