Come combattere l’ansia con l'alimentazione

Chi soffre di ansia sa bene come sia difficile liberarsene, e come sia uno stato che si auto alimenta. Non consola il fatto che prima o poi tutti nella vita sperimentino questa sensazione opprimente, ed è fuori di dubbio che viverla quotidianamente, o quasi, trasforma i anche i momenti più belli in un vero e proprio incubo.

Non tutti sanno però che uno dei tanti aiuti può arrivare dall'alimentazione. Per fare in modo che i famigerati attacchi di panico, culmine degli stati di ansia, diventino una condizione che si verifica più raramente possibile.

Ci sono alcuni alimenti che andrebbero completamente evitati da chi soffre di ansia: uno per tutti il caffè, soprattutto in dosi eccessive. Numerosi studi hanno più volte dimostrato che bere una tazzina al giorno di caffè può migliorare l’umore, ma dosi eccessive aumentano la frequenza cardiaca, preparando il terreno all'ansia e agli attacchi di panico.

Ci sono invece cibi che grazie alle loro proprietà sono utili a ridurre l’ansia:

CEREALI: se non siete intolleranti al glutine, sappiate che cereali integrali, pasta, pane possono aiutare a ridurre l'ansia. Tutto merito del grano ricco di magnesio, minerale che se carente può causare ansia. Inoltre il triptofano può essere trasformato in serotonina, un neurotrasmettitore capace di calmare.

ALGHE: ricche di sostanze nutritive, anch'esse contengono magnesio e triptofano; perfette per i celiaci.

MIRTILLI: sono frutti considerati un supercibo ricco di vitamine, fitonutrienti, antiossidanti, utili a diminuire lo stress.

ACAI BERRY: miniera di minerali e antiossidanti.

MANDORLE: contengono zinco, fondamentale per l'equilibrio, oltre a grassi sani e ferro che se mancano causano fatica e ansia.

CIOCCOLATO: meglio quello fondente: riduce il cortisolo, l’ormone dello stress e contiene altre sostanze che riducono l’ansia.

MACA: la sua radice contiene minerali e vitamine in quantità record, ottimi contro l’ansia.

Non dimenticate di bere acqua a sufficienza: recenti studi hanno dimostrato che il 25% di coloro che soffre di ansia persistente è fondamentalmente disidratato, anche a causa della sudorazione eccessiva che l'ansia spesso comporta. Provate a idratarvi con tisane a base di kava e passiflora.