Come dimagrire senza dieta e rinunce, dritte fuori schema

Volete dimagrire ma fate fatica a rinunciare ai vostri piatti preferiti? Ci sono dei piccoli accorgimenti che utilizzati con regolarità possono eliminare calorie alla vostra dieta quotidiana. Se riuscirete a seguirli, i risultati non tarderanno ad arrivare. Se volete scoprire come dimagrire senza dieta e rinunce, leggete un po qua.

Stesso odore, più calorie

Avete mai notato come tutto all'interno di un McDonald, dagli hamburger, alle patatine fino ai frullati odori esattamente nella stessa maniera? C'è un motivo ben preciso per questo, ed è che l'identità del profumo è in realtà una tattica che può ispirare il consumo di più calorie. Uno studio sulla rivista Flavour ha rilevato che meno è distintivo il profumo di un particolare alimento, più ne si mangerà. L'aggiunta di erbe e poco sale sostituito da una miscele di spezie è un facile trucco per creare una illusione sensoriale, insomma come ingannare il proprio organismo illudendolo che sta per mangiare qualcosa di ricco. Il tutto senza aggiunta di grassi o calorie al vostro piatto. Inoltre, un recente studio del comportamento ha insegnato agli adulti ad arricchire i pasti con erbe aromatiche al posto del sale, cosa che ha portato ad una diminuzione del consumo di sodio di circa 1000 mg al giorno.

Pasta in frigo meno calorica

È possibile ingrassare meno con una porzione di pasta semplicemente mettendola in frigorifero. Il calo della temperatura cambia la natura della pasta in qualcosa chiamato "amido resistente", e questo comporta che il nostro organismo deve lavorare di più per digerirla. La pasta fredda è più vicina nella struttura degli amidi resistenti naturali a lenticchie, piselli, fagioli e farina d'avena, che passano attraverso l'intestino tenue intatti e vengono digeriti nell'intestino crasso. Uno studio sulla rivista Nutrition & Metabolism ha scoperto che l'aggiunta di amido resistente a un pasto può anche promuovere l'ossidazione dei grassi. Ma una volta che si riscalda la pasta di nuovo, si distrugge l'amido resistente. Certo per noi italiani mangiare la pasta fredda di frigorifero è un'abitudine difficile da assimilare. A qualcuno piace, la famosa pasta al forno del giorno dopo, ma molti proprio non riescono a "digerirla".

Luci soffuse, si mangia meno

Uno studio condotto in alcuni ristoranti e fast food pubblicato sulla rivista Psychological Reports ha rilevato che i clienti che hanno cenato in un ambiente rilassante con luci soffuse e musica dolce hanno mangiato 175 calorie in meno per pasto rispetto a quelli che hanno mangiato in un ambiente da ristorante più tipico. Questo certo non comporta un risparmio particolare in termini di bolletta, ma eliminando 175 calorie dalla cena ogni sera si potrebbero perdere più di 18 chili in un anno. E probabilmente se ne avvantaggerà la vostra vita di coppia.