N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Come sgonfiare la pancia dopo i 40 anni

Uno degli inestetismi più comuni che riguardano uomini e donne dopo i 40 anni è la pancia. Dopo questa soglia, è difficile mantenerla piatta e il motivo spesso non è da ricercare tanto nel grasso in eccesso quanto nella presenza di troppa aria. La causa a sua volta è del sistema digestivo che rallenta la sua funzione.

Numerosi studi si sono concentrati sui migliori metodi per sgonfiare la pancia, giungendo alla conclusione che è necessario cambiare abitudini alimentari e comportamentali. Chi soffre di stipsi avrà più difficoltà a tenere la pancia piatta. Ecco allora che bisognerebbe iniziare la giornata assumendo più fibre in modo da regolarizzare il transito intestinale.

Importante assumere sia fibre solubili e insolubili capaci, in sinergia, di attirare acqua e di accelerare lo svuotamento dell’intestino. Perfetta allora una colazione con crusca e cocco, mandorle o latte di soia.

Ma per sgonfiare la pancia è anche fondamentale bere. E non ci riferiamo solo al'acqua, ma anche a quelle bevande dall'effetto benefico e drenante. Via libera allora a tè verde, succo di frutta diluito, caffè. Niente alcol ovviamente, che ha invece l'effetto di disidratare.

Ponetevi l'obiettivo di consumare almeno otto bicchieri di liquidi al giorno, oltre a verdure e frutta fresca. Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista Alimentary Pharmacology and Therapeutics quando nel nostro intestino si verifica uno squilibrio di batteri la pancia tende a gonfiarsi.

Un valido aiuto può arrivare dai probiotici contenuti nel kefir e nello yogurt che migliorano la mobilità intestinale e contrastano la costipazione. Buona abitudini inserire nella nostra dieta quotidiana almeno due vasetti di yogurt. Occhio anche al sale, sia quello aggiunto ai cibi che a quello in esso contenuti, soprattutto quelli industriali.

Invece il potassio aiuta il nostro corpo a perdere acqua e a combattere la ritenzione idrica, e ne andrebbe assunto nella dose di 4700 mg al giorno. Come assumerlo? Con una patata al forno, mezza tazza di salsa di pomodoro, mezza tazza di spinaci, un’arancia. Sconsigliamo invece di assumerlo sotto forma di integratore, considerato che può provocare effetti collaterali come anomalie del ritmo cardiaco.

Tenete alla larga anche gli alimenti dietetici addizionati con dolcificanti artificiali: i nostri batteri intestinali li fanno fermentare provocando gonfiore, gas e anche diarrea. Bandite dunque sorbitolo, mannitolo e xilitolo se soffrite di pancia gonfia.