N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Dieci grammi al giorno di frutta secca contro le malattie

Non è la prima volta che elenchiamo le virtù di noci e arachidi, e in generale della frutta secca, vero e proprio elisir di lunga vita. A chi contesta che la frutta secca faccia ingrassare, risponde un recentissimo studio che evidenzia come bastino soltanto 10 grammi al giorno di noci o arachidi per assicurarsi un vero e proprio scudo contro le malattie, un elisir di lunga vita e quella che può essere definita come una vera e propria assicurazione contro le patologie più frequenti.

Lo studio è stato condotta dall’Università di Maastricht, diretto dal dottor Piet Van den Brandt e pubblicato sul “International Journal of Epidemiology”.

Per arrivare alle conclusioni succitate, i ricercatori hanno esaminato 120 852 uomini e donne olandesi, età 55-69 anni, esaminando la loro alimentazione ed il loro stile di vita, dal 1986 al 1996. Ebbene è emerso chiaro come coloro i quali assumessero 10 grammi i frutta secca al giorno, in particolare frutta a guscio, avessero minore probabilità di morte da malattie respiratorie e neurodegenerative, controllo del diabete, difese contro cancro e patologie cardiovascolari. La buone notizia, per tutti coloro i quali sono attenti alla linea, è proprio che non serve esagerare con le dosi, perchè oltre la quantità di 10 grammi non ci sono ulteriori benefici. In particolare si è rilevata una riduzione del 45 per cento delle patologie neurodegenerative, del 39 per cento di quelle respiratorie e del 30 per cento del diabete.

Dunque un buon motivo per non far mai mancare in casa la frutta secca, soprattutto le noci, adesso facilmente reperibili nei nostri supermercati già pronto e sgusciate, proprio come le mandorle. Una dose di 10 gr. al giorno, come spuntino o a colazione, sono il modo migliore per restare in salute con gusto, perchè la bontà della frutta secca è innegabile. Lo studio è stato pubblicato con il nome Relationship of tree nut, peanut and peanut butter intake with total and cause-specific mortality: a cohort study and meta-analysis. “È stato straordinario osservare che il consumo in media di 15 grammi di noci o arachidi al giorno è legato a una mortalità sostanzialmente inferiore" ha spiegato l’autore dello studio, Piet van den Brandt,“una maggiore assunzione non è stata associata con un’ulteriore riduzione del rischio di mortalità”.