Dieta e alimentazione sana, i consigli del professor Migliaccio

Dieta e alimentazione sana, ma concedendosi qualche strappo alla regola per gratificarsi. E' la filosofia del Professor Pietro Antonio Migliaccio, Medico Nutrizionista specializzato in gastroenterologia ed in auxologia. Svolge la sua attività a Roma ed è Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Collabora attivamente con la stampa e con numerose testate radiotelevisive per la divulgazione di temi riguardanti gli alimenti, la nutrizione e la salute. Svolge anche attività didattica presso varie università italiane partecipando a conferenze e seminari. Fa parte della commissione istituita nel 2013 per la revisione delle linee guida per una sana alimentazione italiana.
Qual è il rapporto degli italiani con la salute e il benessere?
E’ ottimo anche se qualche volta conflittuale, cioè - si sa e si fa - quel che fa bene ma non sempre e talvolta per poco tempo.
Ci descrive un suo paziente-tipo?
Ci sono uomini, donne, persone di tutte le età, soggetti in età evolutiva, anziani, donne in gravidanza ed in allattamento. Ci sono individui in sovrappeso, obesi o eccessivamente magri per motivi di varia natura. Ci sono alcune persone con scompenso di circolo, epatopatie, diabete o con problemi di insufficienza renale. Ci sono individui che soffrono di intolleranza al lattosio o al glutine (celiachia). Per questo posso dire che il mio paziente tipo è chi vuole raggiungere il peso ottimale e mangiare in modo sano ed equilibrato per prevenire la comparsa di patologie o per combatterle anche con una corretta alimentazione, insomma dieta anche come terapia. Ma ci sono anche molti pazienti che desiderano gestire correttamente situazione fisiologiche come l’accrescimento, la gestazione, l’allattamento, lo sport e migliorare la qualità della loro vita seguendo un’alimentazione adeguata. Ed anche pazienti che vogliono mantenersi in forma e godersi al meglio la III e IV età e non di rado anche la V!
Il suo punto di vista sugli integratori alimentari?
Gli integratori alimentari sono necessari quando l’alimentazione non è corretta ed equilibrata ed è limitata nelle scelte dei cibi oppure quando ci sono carenze specifiche dovute a patologie o carenze ambientali.
Tre alimenti che non devono mai mancare nel suo frigorifero o nella dispensa?
Pane, latte e vegetali.
Come ci si dovrebbe regolare quando si va a mangiare fuori?
Se si ha una patologia è bene ascoltare i consigli del medico; se invece si è sani, mangiate pure ciò che vi piace perché il cibo è anche gratificazione, gioia di stare con gli altri e pertanto felicità di vivere; ma il pasto successivo è preferibile che sia composto da una sola mela.
Meglio i rimedi naturali o i rimedi omeopatici?
Va bene qualsiasi rimedio purché sia scientificamente validato. Ricordo che le medicine vanno somministrate solo se necessario.
Qual è il suo segreto per una buona salute?
Moderare l’alimentazione. Seguire i dettami della dieta mediterranea. Praticare esercizio fisico, specialmente camminare. Non fumare. Non bere bevande alcoliche se non raramente ed in modeste quantità. Fare obbligatoriamente delle deroghe perché ci fanno sentire liberi, indipendenti e sereni.