La dieta mediterranea può salvare il vostro cuore

Seguire la dieta mediterranea può contribuire a invertire una condizione nota come sindrome metabolica. Un recente studio ha confrontato una dieta a basso contenuto di grassi con una dieta mediterranea - una dieta ricca di cereali integrali, verdura, frutta, legumi, noci, pesce e olio d'oliva. La dieta mediterranea è stata integrata sia con i dadi extra che con olio extra vergine di oliva.

La dieta mediterranea non ha ridotto le probabilità di sviluppare la sindrome metabolica - un insieme di fattori di rischio per la malattia del cuore - rispetto a chi seguito di una dieta povera di grassi. Ma, la dieta mediterranea ha fatto aumentare la possibilità di invertire la sindrome metabolica. Lo ha spiegato il ricercatore Dr. Jordi Salas-Salvado, un professore di nutrizione presso l'Universitat Rovira I Virgili e Hospital Universitari de Sant Joan de Reus, in Spagna.

"Sembra che la dieta mediterranea integrata con noci o olio d'oliva vergine ha effetti sul rovesciamento della sindrome metabolica", ha detto. Chi ha seguito la dieta mediterranea con olio extravergine aveva il 35 per cento in più di probabilità di quelli che seguivano la dieta povera di grassi di invertire la loro condizione e quelli che seguivano la dieta mediterranea integrata con noci avevano il 28 per cento più probabilità di invertire la sindrome metabolica.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati online su CMAJ. Il governo spagnolo ha finanziato lo studio.

Dieta sana per il cuore

Una dieta mediterranea ha dimostrato di essere utile per le persone con malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione arteriosa e sindrome metabolica, in base alle informazioni dallo studio.

Nello studio, il team di Salas-Salvado ha studiato quasi 6.000 uomini e donne a rischio per malattie cardiache. All'inizio, quasi due terzi hanno avuto la sindrome metabolica, che aumenta il rischio di malattie cardiache, il diabete e la morte.

La sindrome metabolica viene diagnosticata quando sono presenti tre o più dei cinque fattori di rischio: vita di grandi dimensioni, pressione alta, bassi livelli di colesterolo "buono" (HDL), trigliceridi alti e glicemia alta.

Dopo un periodo di follow-up di circa cinque anni, il 28 per cento di coloro che avevano la sindrome metabolica all'inizio non l'avevano più. Coloro che hanno seguito la dieta mediterranea avevano più probabilità di invertire la loro condizione.

Coloro che hanno seguito la hanno avuto anche una diminuzione del grasso della pancia, che è noto per essere in fattore in grado di aumentare il rischio di malattie del cuore.