N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Esercizio fisico inutile contro l'obesità: nuovo studio inglese

Contro l'obesità l'esercizio fisico non è sufficiente. Non una bocciatura dell'effetto benefico che il movimento ha sulla salute, ma un ridimensionamento sì, quantomeno per quel che riguarda le aspettative di chi di chili ne deve perdere molti e deve dimagrire.

Piuttosto può funzionare come prevenzione, meno come rimedio. Lo sostiene uno studio inglese che avverte: "Basta con il mito dell'esercizio fisico". Lo studio è stato condotto da tre specialisti di che hanno firmato un editoriale pubblicato dal prestigioso British Journal of Sports Medicine. La notizia, inevitabilmente di pubblico interesse, è ormai su tutti i media del Regno Unito e da lì ha fatto e sta facendo il giro del mondo. Lo scopo dei tre medici è fare chiarezza sul reale beneficio che si può trarre in termine di chili persi dall'attività fisica. Autore dello studio anche un celebre cardiologo londinese Aseem Malhotra.

Il dito viene puntato in particolar modo sull'abitudine dell'industria alimentare di insistere sull'idea che fare esercizio possa risolvere il problema dei chili acquistati con una dieta poco sana.

Secondo gli studiosi è bene spiegare che l'obesità e il sovrappeso eccessivo non possono essere controllati dall'esercizio fisico.

Insomma stop all'associazione tra sport e sponsor dell'industria del tabacco, bibite zuccherate e cibo spazzatura, quello da fast food e non solo. Il messaggio che deve passare è che chi è obeso deve mangiare meno e farsi seguire da un nutrizionista e non andare a correre tre volte a settimana.

Gli autori dello studio tengono anche a sfatare un altro mito, quello del conteggio delle calorie. Perchè non tutte le calorie sono uguali, e ciò che è più importante è la fonte da cui provengono. Insomma lo scopo di questo studio è fare il punto su convinzioni e luoghi comuni che iniziano a radicarsi nell'opinione pubblica e che portano a comportamenti sbagliati. Come quelli di coloro i quali, magari obesi, vanno in palestra per mezz'ora per poi sentirsi autorizzati a mangiare tutto ciò che desiderano.