Gymnhouse

Negli Stati Uniti è l’ultima innovativa tendenza in fatto di fitness e benessere e ha già contagiato i divi di Hollywood: da Matt Demon a Gwyneth Paltrow, da Christian Slater a Sharon Stone, da Britney Spears a Shakira. Si tratta della “Gymnhouse”, derivata dalle parole gymnasium (palestra) e house (casa), in grado di trasformare il salotto in una vera e propria palestra virtuale grazie ad un innovativo software interattivo di ultima generazione. Se negli anni ’80 erano le videocassette di Jane Fonda, prima, e di Barbara Bouchet, poi, a insegnare l’aerobica direttamente a casa, da oggi prende il via la nuova era del fitness e dell’attività fisica tra le mura domestiche.

A dare vita al cambiamento epocale della “Gymnhouse” sono i software interattivi come “Your Shape: Fitness Evolved” del colosso francese dell’intrattenimento digitale Ubisoft. Tutto grazie alla rivoluzionaria tecnologia “Player Projection”, che, tramite una scansione fedele del corpo umano resa possibile grazie ad una webcam 3D, permette di proiettare sullo schermo del televisore la propria immagine, in modo da essere stimolati, guidati e corretti in tempo reale nel piano di allenamento personalizzato dai migliori personal trainer al mondo. E se gli italiani hanno sempre meno tempo libero da dedicare alla propria salute psicofisica (meno 19 minuti per le donne e meno 21 per gli uomini, Dati Istat 2010), oggi possono accantonare finalmente ingombranti tapis roulant e polverose cyclette e rimettersi in forma in totale libertà nel salotto di casa propria.

Ad abbracciare con entusiasmo la nuova tendenza sono gli stessi nutrizionisti che ne riconoscono i benefici sulla salute: “Per la prima volta – afferma Andrea Strata professore di Nutrizione Clinica all’Università di Parma - il mezzo televisivo non è più vissuto passivamente e come alienante, con effetti nocivi soprattutto sui più giovani, ma tramite il suo ausilio è ora possibile fare una regolare attività fisica, dal punto di vista quantitativo maggiore rispetto a quella condotta in palestra. Per chi deve perdere peso, soprattutto, infatti, conta molto di più fare esercizi, intervallati da pause, più volte nel corso della giornata. È sicuramente complicato farlo in palestra, rispetto ad un allenamento costante comodamente in casa, reso possibile tramite l’applicazione di software interattivi capaci di realizzare dei piani di esercizio fisico completi e bilanciati”.

Ma in cosa consiste la Gymnhouse? La casa, nello specifico il salotto, considerato per antonomasia il cuore pulsante della vita domestica, diventa una vera e propria palestra virtuale in cui praticare gli esercizi con cui recuperare la linea ma anche ritrovare serenità e benessere psicofisico. Grazie alla webcam 3d e agli innovativi sensori di Kinect, la tecnologia “Player Projection” di “Your Shape: Fitness Evolved”, infatti, integra la dimensione del reale con quella del virtuale effettuando una scannerizzazione biometrica a 360° del corpo umano creando un’interazione immediata e istantanea. E per giunta, come in una palestra reale, al termine di ogni esercizio si riceve una gratificazione, o un rimprovero, da parte del personal trainer, al proprio fianco in ogni passo. La nuova tecnologia permette di monitorare, infatti, l’ampiezza dei movimenti, il ritmo, il numero di ripetizioni e persino le calorie smaltite, perché, a differenza del passato, è il corpo umano ad entrare nello schermo e l’interazione con il personal trainer è resa possibile con una serie di comandi vocali e gestuali. Grande attenzione, infine, alle tipologie di allenamento (dal “Body sculpting” al “Cardio-fitness”, dalla “Tonificazione post-parto” alla “Taerobica”, dalla “Cardio-boxe” alla “Light Race”), create in base a veri e tangibili obiettivi di fitness e con originali effetti speciali che faranno da ricompensa alla prestazione migliore.

Oltreoceano, i pionieri di questa tendenza sono i più importanti guru del fitness come Michael George, una vera e propria autorità del settore, insignito del titolo di “Best Personal Trainer Usa 2009” dalla “National Fitness Hall of Fame” e autore del “2-in-1 Training System” con il quale recuperare la forma persa in soli 20 minuti di allenamento quotidiano. È stato lui a trasmettere le sue conoscenze ai più quotati divi di Hollywood (come Matt Demon, P.Diddy e Julianne Moore) e ad elaborare per “Your Shape: Fitness Evolved” un programma completo con tanto di corso in Taerobica, un eccezionale mix tra Yoga e Tai. Ma a sposare appieno la “Gymnhouse” è anche Michelle Bridges, allenatrice dello show “The Biggest Loser Australia” e autrice di libri sul’importanza di una sana alimentazione, sulle più aggiornate tecniche di allenamento, e di un esclusivo programma per perdere peso in maniera interattiva.

E tra i divi di Hollywood, la Gymnhouse è la tendenza del momento che permette di mantenersi in forma senza stress. È il caso di Gwyneth Paltrow, appassionata di yoga e pilates che pratica ogni mattina in casa per mezz’ora: “Sono determinata e molto severa con me stessa. Ma quando si pratica attività fisica per sei giorni alla settimana – ha dichiarato l’attrice al “Friday Night with Jonathan Ross” sulla BBC – ci si sente molto meglio”. Christian Slater, invece ha ammesso di aver perso 10 chili con la guida di Micheal George, come racconta sul sito del personal trainer: “Il suo piano di fitness è fenomenale”. E se l’indiscutibile bellezza della cinquantenne Sharon Stone, secondo quanto riportato da People.com, si basa su lezioni di pilates da svolgere tre volte alla settimana, anche Jennifer Lopez superati i 40 anni ammette che “La chiave per mantenersi in forma è quella di un continuo allenamento – afferma in un’intervista a People – con sessioni di pilates di un’ora tre volte alla settimana da fare comodamente in casa”. La giovane collega Shakira invece, in questi giorni in Italia con la tappa torinese del suo tour mondiale, ha di recente dichiarato al sito Fitsugar.com, che “per mantenersi in forma per i videoclip è necessario fare costantemente esercizi per rafforzare gli addominali e ballare per ore ogni giorno”. Ad essere affascinata dalla Gymnhouse è anche Britney Spears, che alla rivista Glamour ha dichiarato: “ Andare in palestra non è divertente, farlo ogni giorno sarebbe terribile. Due o tre giorni alla settimana di attività, in casa, nei ritagli di tempo, mi fanno sentire bene”.