N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Indice di massa corporea, come sapere se si è in forma

Il calcolo della composizione di massa corporea è da sempre oggetto di grande interesse sia da parte di chi è attento alla propria linea sia da parte degli esperti. Il metodo classico è sempre stato L’imc, strumento con cui stabilire in linea di massima lo stato di salute di un soggetto, per prevenire il rischio di sviluppare malattie legate al peso.

Ma anche in questo campo la ricerca fa passi avanti e infatti gli esperti negli ultimi tempi hanno rivalutato la sua efficacia, mettendola in discussione. Pare infatti che questo metodo non sia il più adatto in assoluto a stabilire la possibilità di insorgenza di eventuali problemi di salute legati al peso eccessivo.

Ne ha parlato recentemente la rivista scientifica specializzata Plos One, che ha proposto un nuovo metodo basato su un nuovo e recente studio. Ci sarebbe uno strumento ancora più efficace in questo senso. Si tratta dell’ABSI (a body shape index).

Il nuovo metodo si basa sulla considerazione che l’imc, il metodo classico ritenuto il migliore fino a poco tempo fa, commette l'errore di misurare il grasso corporeo attraverso un calcolo di altezza e peso, senza indicare con precisione la mappatura della localizzazione dello stesso.

L'esempio classico che hanno fatto gli esperti è quello di un atleta con imc molto alto rispetto alla media, solamente in virtù del fatto che possiede una massiccia presenza di massa muscolare. Il Dott. Nir Krakauer della City University della Grove School di New York, ha per questo perfezionato il metodo presentando un nuovo indice che si basa sull’osservazione della forma del corpo. L'indice di massa corporea interessa sempre più persone, e in questo senso esistono in commercio diversi prodotti molto efficaci che aiutano il controllo del proprio Indice di Massa Corporea (IMC).

Il dott. Krakauer ha spiegato che essere magri non preserva da malattie, perchè anche in presenza di indice di massa corporea normale, potrebbe essere campanello d'allarme avere la maggior parte del peso concentrata sul tronco.