Influenza intestinale rimedi naturali: la medicina è l'acqua

L'influenza intestinale è una delle forme virali più tipiche e fastidiose di questo periodo. L'abbassarsi improvviso delle temperature e le abitudini alimentari poco regolari che coincidono con le festività sono un mix esplosivo che porta a conseguenze socialmente invalidanti come vomito e diarrea.

Due sintomi che caratterizzano la maggior parte delle forme infettive, associate a volte a infiammazioni delle vie aeree, che simulano un'influenza e possono così essere comunemente definite forme parainfluenzali, similinfluenzali o influenza addominale.

I sintomi

La diarrea è caratterizzata da un aumento della frequenza delle scariche alvine con feci che diventano liquide per un eccessivo contenuto di acqua e a volte muco. Tutto dipende da una infezione dell'intestino chiamata enterite, provocata da virus o batteri. I germi sono molto aggressivi nei confronti della mucosa intestinale, con la conseguenza di cattivo assorbimento alimentare. In realtà la diarrea un meccanismo di difesa dell'organismo, che in questo modo prova a espellere microorganismi ostili e muco. Ecco perchè, quando è possibile per motivi di lavoro o impegni, non è indicato somministrare farmaci antidiarroici, che impediscono all'organismo di liberarsi in fretta dell'ospite ostile.

Rimedi naturali

Non vanno bene nemmeno gli antibiotici. L'ideale è provare a contrastare la disidratazione con acqua e soluzioni reidratanti assunti frequentemente, ma a piccole dosi per non sovraccaricare lo stomaco e l'intestino già provati. Consigliabile sarebbe anche evitare il latte e preferire il te preparato in casa. E i fermenti lattici? Pare che anche questi ultimi abbiano poca efficacia in queste forme di diarrea, a dispetto del largo uso che se ne fa. Va tenuto presente che questo tipo di malessere tipicamente stagionale regredisce spontaneamente nel giro di 3-4 giorni.

Certo conviene consultare il medico nel caso febbre e vomito persistano per più di 24 ore e se non si notano segnali di miglioramento e diminuzione degli attacchi di diarrea. Come sempre il riposo, compatibilmente con gli impegni lavorativi e privati, in questi casi costituisce la migliore delle medicine.