N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

La causa dell'acne è la vitamina B12 di carne e pesce

L’acne è uno di quei problemi estetici di larghissima diffusione per il quale è difficilissimo trovare una soluzione definitiva che elimini i brufoli. Un problema che riguarda moltissimi adolescenti, che colpisce anche in età adulta, e che in età adulta lascia segni sulla pelle spesso difficili da coprire.

Adesso una ricerca avrebbe individuato nell'alimentazione una possible causa, se non scatenante, quantomeno in grado di peggiorare la situazione. Che l'alimentazione giocasse un ruolo chiave nell'acne lo si spaeva da tempo, ma forse finora si era guardato nella direzione sbagliata. Non sono infatti cibi grassi o cioccolata a scatenare brufoli e brufoletti su guance, naso, fronte e schiena, quanto cibi all'apparenza sanissimi ma che contengono una vitamina nemica dell'acne: la B12.

Ebbene sì, secondo recenti studi, la un eccesso di vitamina B12 sarebbe in grado di innescare una alterazione della flora tale da scatenare la reazione della pelle. Ecco allora che gli esperti consigliano, nel caso di acne, di evitare il più possibile alimenti come carne, latte, uova e pesce.

Alimenti importanti per lo sviluppo degli adolescenti, viene dunque spontaneo immaginare come possa essere difficile riuscirci. L'acne colpisce il 30% degli adolescenti dai 14 ai 18 anni, sarebbe il microrganismo Propionibacterium acnes.

La scoperta della relazione tra vitamina B12 e acne è di un gruppo di ricercatori della University of California. La vitamina B12, quando è in eccesso spinge il batterio responsabile dei brufoli a produrre molecole infiammatorie che portano all’insorgenza dell’acne. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Science Translational Medicine.

Un professore di scienze nutrizionali alla Rutgers University, che non è stato coinvolto nello studio, ha detto al Josh Miller live Science: ‘I dati e le ipotesi sono molto intriganti, ma molte ulteriori indagini sono necessarie per determinare se si tratta di una vera e propria causa-effetto.
‘La prova di un effetto causale di integratori di B12 sullo sviluppo dell’acne richiederà studi controllati randomizzati con molti soggetti per vedere un effetto significativo, se ne esiste uno.’