La dieta del ghiaccio funziona? Pareri a confronto

Con le temperature ancora alte potrebbe essere una buona idea perdere qualche chilo di troppo accumulato durante l'estate tra gelati, grigliate e cene tra amici con una dieta che al tempo stesso potrebbe rinfrescarvi: la dieta del ghiaccio.

L'ha ideata il gastroenterologo del New Jersey, Robert Weiner, che è talmente sicuro dell'efficacia di questa dieta da aver scritto un e-book, ‘The ice diet’. Alla base di questa dieta c'è la teoria che mangiare cibi freddi faccia dimagrire.

Ma perchè la dieta del ghiaccio dovrebbe far dimagrire? Il presupposto è che il corpo consuma calorie per sciogliere il ghiaccio che ingeriamo. Inoltre, mangiando ghiaccio non si assimilano calorie, essendo praticamente acqua.

Il ghiaccio poi aiuterebbe a raggiungere subito un senso di sazietà, che indirettamente fa dimagrire portandoci a mangiare meno. Weiner spiega che «ingerire ghiaccio non ha controindicazioni fino ad un litro al giorno e chi ne ha ingerito di più ha riportato soltanto un costante senso di freddo». Indispensabile sapersi regolare: non mangiare ghiaccio se fa molto caldo e soprattutto se si è a stomaco pieno. Allo stesso modo, non è il caso di farlo con temperature esterne già troppo rigide o dopo l’attività fisica, non solo per un rischio congestione ma anche perchè «in tal caso una parte del calore generato dall’esercizio fisico verrebbe neutralizzato dal freddo del ghiaccio, minimizzando i benefici della dieta in termini di consumo calorico» avverte Weiner.

Affinchè il tutto abbia un senso, il ghiaccio va assunto al naturale. L'ideale è tritarlo unendolo a un infuso light di propria scelta. Insomma niente sciroppi, alcolici o bevande gassate zuccherate, perchè ovviamente si introdurrebbero calorie in eccesso.

Vale anche la pena citare chi non crede in questa dieta, come il fisico Andrew Jones che ha sottolineato come mangiando un chilogrammo di ghiaccio si bruciano 117 calorie, dunque per perdere mezzo chilo di peso bisognerebbe consumarne 30 chili. Cosa ovviamente impossibile. Dunque meglio non aspettarsi miracoli o riporre tutte le aspettative di perdita di peso in questa tecnica, ma sicuramente può essere un'idea rinfrescante per perdere qualche etto in più. E voi cosa ne pensate?