N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Le più clamorose bugie scientifiche: sfatiamo qualche mito

Un anno dei cani equivale a 7 degli uomini? No. E' falsa la credenza che per calcolare l'età di Fido basti moltiplicare ogni suo anno di vita per sette anni di vita umana. In realtà il primo anno di vita corrisponde ai nostri primi 10-15 anni; l'anno successivo a 3-8 dei nostri anni, e gli anni seguenti, a 4-5 anni ciascuno. Ma ci sono anche differenza a seconda di razza e taglia.

Non è vero che gli struzzi infilano la testa sotto terra. La credenza, che ha poi portato al detto "non fare come lo struzzo" riferito a chi vuole fa finta di nulla in una situazione complicata, non corrisponde a verità. La leggenda che nascondessero la testa sotto la sabbia, riferita per la prima volta dallo storico romano Plinio il Vecchio, è forse dovuta al fatto che il nido dello struzzo è un buco poco profondo nel terreno.

Il lato nascosto della Luna non è oscuro, lo è solo ai nostri occhi. In realtà riceve in media la stessa quantità di luce solare di quello che vediamo noi. Viene definito oscuro perchè la Luna compie un giro completo su se stessa in 27 giorni e un terzo, e un'orbita intorno alla Terra nello stesso tempo, che fa sì che a noi sia sempre invisibile.

I girasoli seguono sempre il sole. Non è vero: lo fanno quando sono in fase di gemmazione, e allora seguono realmente il corso del Sole lungo l'orizzonte. Ma quando aprono i loro petali a corolla, il fiore rimane sempre rivolto verso Est. Le foglie continuano invece il loro comportamento eliotropico, come accade del resto in tutte le piante.

Nelle piscine c'è una sostanza che rende evidente la pipì. Se fosse vero, si attiverebbe in continuazione. Non è quindi vero che se fate pipì in piscina l'acqua si tingerà di rosso, o di qualche altro colore rivelatore. D'altra parte vi è mai capitato di assistere a un fenomeno simile? No? Difficile sia perchè i vostri vicini nuotatori erano tutti educati. In realtà è una storia raccontata dagli istruttori per evitare che i bambini facciano la pipi in vasca.

Non esistono solo cinque sensi. Quelli che conosciamo sono i principali, ma possono arrivare anche a venti: dipende da quali parametri si includono. Ad esempio sono considerati "sensi" anche il sistema vestibolare, che mantiene l'equilibrio, percepisce la gravità e ci informa delle accelerazioni quando siamo in movimento; ma anche la propriocezione (la capacità di percepire il nostro corpo nello spazio) e il dolore.