N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Le zanzare scelgono chi pungere in base al Dna

Che ci siano delle persone, sfortunate, che attirano le zanzare come il miele era una cosa di cui ci eravamo accorti un po' tutti. Alcune persone vengono letteralmente prese d'assalto dalle punture, altre vengono ignorate dai pungiglioni degli insetti tra i più fastidiosi che ci siano. Spesso si ironizza su questa diversità di "trattamento" da parte delle zanzare, scherzando su sangue buono e sangue cattivo, ma in realtà una spiegazione scientifica a questo fenomeno c'è.

Se vieni punto dalle zanzare troppo spesso, è colpa di un gene. Lo ha scoperto uno studio della London School of Hygiene & Tropical Medicine. Le zanzare trovano più invitante pelle e sangue di alcune persone rispetto ad altre a causa del nostro Dna.

Insomma si può dire che alcune persone sono nate per essere punte dalle zanzare. Un destino amaro, rimediabile soltanto con prodotti ad hoc, per quello che possono servire. Lo spiega uno studio della London School of Hygiene & Tropical Medicine. Ciò che rende una persona più o meno appetitosa agli occhi degli insetti sono alcune informazioni contenute nel nostro stesso Dna. Lo ha scoperto uno studio che ha riguardato coppie di gemelli identici e non identici. Ebbene alcuni di loro avevano la stessa capacità di attrarre insetti.

Dipende quindi tutto dai geni. Gli scienziati, per essere sicuri della questione, hanno inserito esemplari di zanzara Aedies zanzare aegypti in un tubo a forma di Y. In questo modo potevano scegliere dove pungere. E' apparso evidente che gli insetti erano attratti allo stesso modo dai gemelli identici mentre selezionavano uno o nessuno tra quelli non identici. Insomma i geni erano decisivi.

James Logan, autore principale dello studio spiega che tutto ciò potrà servire in futuro a mettere a punto "nuovi metodi su misura per controllare e respingere le zanzare". "In futuro potremmo anche essere in grado di prendere una pillola che migliorerà la produzione di repellenti naturali per il corpo, sostituendo le lozioni per la pelle".