N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Magnesio, l'importanza nella dieta

Il magnesio è un minerale che viene considerato sempre più importante. Presenta un comportamento simile a quello del potassio. In comune con l'elettrolita ha la stabilità elettrica pertinente delle cellule.

Il sistema renale e digerente sono regolati dall'equilibrio di questo minerale. Di solito, quando ci sono problemi nel controllo del potassio, esistono problemi anche con il magnesio. Le persone con bassi livelli di potassio, vedono diminuiti anche i livelli di magnesio. Un altro minerale strettamente correlato al magnesio è il calcio. Di solito, con bassi livelli di calcio, c'è anche ipomagnesiemia.

Una carenza di magnesio può causare fenomeni di stanchezza e debolezza. Se il calo è importante può causare disturbi neuromuscolari e disturbi cardiaci, aumentando il rischio di aritmie. I disturbi neuromuscolari di solito si manifestano con crampi e formicolio. Se queste manifestazioni sono gravi, possono verificarsi contrazioni muscolari involontarie inclini alla spasticità. Nei casi più gravi, ci può essere un quadro di tetania simile a ipocalcemia.

L'ipomagnesiemia può verificarsi quando si soffre di malattie o si usano farmaci che facilitano la perdita di elettroliti per via renale (come i diuretici). E' comune trovare bassi livelli di magnesio nelle persone con malattie croniche o debilitanti, oncologia, malattia cardiovascolare o processi epatici. Situazioni di carenza nutrizionale o altri problemi (soprattutto negli anziani) sono associati ad una diminuzione dei livelli di magnesio, che diventano croniche, a meno che non si ponga rimedio. E' anche comune che la diminuzione dei livelli di magnesio in queste situazioni sia associata a una diminuzione dei livelli di oligoelementi come lo zinco.

Nonostante le osservazioni di cui sopra, le persone con buona salute, anche se non hanno un deficit di magnesio, se non con una dieta molto squilibrata, consumano pochi alimenti freschi, in particolare ortaggi (ricchi di vari minerali). Il consumo di integratori dovrebbe essere controllato e sotto controllo medico, per verificare se è necessario e per evitare squilibri nella dieta.