Micosi o infezioni da funghi

Le infezioni da funghi, anche note come micosi, sono causate da piccoli funghi in grado di attaccare l'organismo comportandosi da saprofiti o parassiti. Scopriamo come si sviluppano, come prevenirle ed i metodi di cura più efficaci.

(mykes) è una parola greca che significa “funghi”, in italiano noti anche come miceti. Le micosi, di conseguenza, sono infezioni causate da piccolissimi funghi che aggrediscono l'organismo umano, interessando soprattutto la pelle, le unghie, le mucose ed i peli. Sono affetti da micosi varie anche gli animali, ma non tutte le tipologie micotiche sono direttamente contagiose per l'uomo.

Delle migliaia di specie di funghi presenti in natura, solo una novantina possono attaccare direttamente l'uomo, limitandosi alla superficie cutanea o aggredendo, nei casi più gravi, anche gli organi interni. Queste tipologie di funghi che possono “popolare” il corpo umano si chiamano dermatofiti.

Le zone del corpo più vulnerabili alle infezioni da funghi sono le parti “umide”: ascelle, interno dita, area dell'inguine, ma anche la pelle in generale, le unghie, i peli, la bocca.

Come si trasmettono le micosi?
Le micosi si trasmettono in molti modi: per contatto, inalazione o direttamente dall'ambiente. Il contagio può avvenire direttamente da un'altra persona o dopo il contatto con le parti infette della stessa, e richiede comunque un “terreno propizio” affinchè i dermatofiti possano attecchire.

Spesso le micosi si sviluppano approfittando di un sistema immunitario debole, quindi manifestano un atteggiamento opportunistico sviluppandosi nei periodi in cui l'organismo è più debole.

Quanti tipi di infezioni da funghi esistono?
I dermatofiti si comportano generalmente da saprofiti, ossia si nutrono di sostanze organiche morte o in decomposizione, ma possono assumere anche un comportamento parassitario.

Non tutte le micosi sono uguali. Ci sono ad esempio micosi superficiali la cui sfera d'azione è puramente epidermica. Altre micosi, invece, sono di tipo cutaneo ossia riguardano anche la parte interna dell'epidermide (è il caso, ad esempio, della tigna). Quando le micosi arrivano al derma si dicono sottocutanee, mentre se raggiungono gli organi interni diventano sistemiche. Tipologie di micosi piuttosto diffuse, come la candidosi, appartengono invece alla categoria delle micosi opportunistiche, che aggrediscono l'organismo quando deficiente sul piano immunitario o sotto terapia farmacologica.

Prevenire le infezioni da funghi.
Per prevenire le micosi è bene essere molto attenti specie in alcuni luoghi pubblici come piscine, palestre o bagni pubblici. Una soluzione pratica? Indossare sempre le ciabatte.

È importante, inoltre, evitare il contatto con strumenti o oggetti (forbici, rasoi, lamette, ma anche asciugamani) utilizzati da persone affette da micosi.

Cosa fare in caso di micosi.
In caso di infezioni da funghi, anche superficiali, è possibile adottare una serie di comportamenti per prevenire l'estendersi del dermatofita. Lo stress ed una dieta ricca di zuccheri nutrono letteralmente i miceti, che spesso manifestano un comportamento di tipo opportunistico approfittando dell'organismo debilitato.

Se affetti da micosi utilizziamo principalmente saponi dal pH acido, avendo cura di sciacquare ed asciugare bene dopo il lavaggio. Preferiamo inoltre indumenti con fibre naturali, evitiamo l'uso di detersivi e stiamo attenti a non utilizzare indumenti, asciugamani o calzature in comune con familiari e conoscenti per non trasmettere il micete.

Come curare le micosi?
La cura delle micosi è generalmente affidata al dermatologo, che ne accerta l'origine e la tipologia per poi inquadrare la terapia opportuna. Le terapie con antimicotici vanno effettuate localmente sull'area interessata o negli immediati dintorni, per prevenire l'estendersi dell'infezione. Molto comuni sono le creme antimicotiche e le tinture per uso topico, da applicare sulle parti interessate per un tempo anche piuttosto lungo (settimane o mesi). Altre infezioni prevedono invece (è il caso, ad esempio, della candidosi) l'assunzione di compresse per via orale. Solo nei casi più gravi, infine, si ricorre a iniezioni di amfotericina B, notoriamente non prive di complicazioni.

Rimedi naturali contro le infezioni da funghi.
In caso di micosi o sospetta micosi è sempre preferibile contattare un dermatologo, anche se alcuni rimedi naturali possono giovare. È il caso, ad esempio, del tea tree oil, utile ad esempio in caso di micosi alle unghie o alla bocca. In fitoterapia, invece, si utilizza il Ribes nigrum in gocce, da diluire in poca acqua.