Piede d'atleta cura e rimedi

Il piede d'atleta è un disturbo molto comune e particolarmente fastidioso. Ma si può evitare con alcuni semplici accorgimenti. Innanzitutto bisogna sottolineare che si tratta di una infezione estremamente contagiosa, chiamata anche Tigna del piede. A provocarla è solitamente un fungo che, anche a causa dell'umidità delle piscine e delle palestre, infetta le dita e la pianta dei piedi.
Cause del piede d'atleta
Questo il motivo principale per cui prende il nome di piede d'atleta: a soffrirne sono infatti spesso quei soggetti che decidono di fare sport in luoghi di condivisione di spazi come gli spogliatoi dove ci sono molte altre persone. Ma ovviamente può essere benissimo preso in un centro benessere o d'estate in uno stabilimento balneare pubblico con piscina.
Prevenzione
La regola principale per evitare di esserne contagiati è evitare di camminare a piedi nudi. Occhio anche all'abitudine di tenere più del necessario calzini sudati e calzature che non consentono un'adeguata traspirazione del piede. Nel caso in cui si dovesse contrarre l'infezione, ci sono in farmacia creme, spray, polveri unguenti o lozioni a base di antimicotici. Esistono ad esempio prodotti a base di clotrimazolo, bifonazolo o altri azoli.

Importante in questi casi anche la prevenzione, esistono linee che contengono i migliori prodotti per la salute dei piedi.
Cura e rimedi
Solitamente in questi casi la terapia dura qualche settimana. In questo periodo è consigliabile abbinare anche l'utilizzo di prodotti che aiutano a contrastare l'eccessiva sudorazione del piede. Non solo: durante la cura anche scarpe e calzini dovrebbero essere trattati con polveri antifungine.

Ci sono dei casi in cui sul piede, se particolarmente sofferente, possono formarsi tagli o essudati. In questo caso potrebbe essere necessario ricorrere a un trattamento antisettico e astringente a base di alluminio per accelerare e favorire la guarigione.

Ovviamente in questo periodo è indispensabile porre ancora più attenzione a evitare il contatto dei piedi nudi con superfici umide e bagnate e potenzialmente infette come quelle che possono avere provocato il piede d'atleta.