N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Quanto sale mangiare al giorno: pericoli per la salute

Il sale uno di quei condimenti dei quali proprio non si riesce a fare a meno, capace di migliorare e trasformare anche i cibi meno gustosi in piacevoli. Nei ristoranti e nei fast food se ne fa largo uso e consumo, e allora diventa importante almeno a casa limitarne l'utilizzo. Perchè nonostante sia un alimento che non contiene grassi, zuccheri o calorie, può fare alla lunga davvero molto male.
Quanto sale mangiare al giorno
Non parliamo solo del sale utilizzato per cucinare la pasta o altro: bisogna prestare molta attenzione anche e soprattutto alla classica spolverata sulla pietanza. Che magari viene percepita come minima e ininfluente, e che invece non va presa alla leggera. Un dato su tutti: mediamente assumiamo dieci grammi di sale al giorno, mentre il nostro organismo ne avrebbe bisogno di uno soltanto.

Un pizzico di sale contiene qualcosa come un milligrammo di sodio, che va ad aggiungersi ai variabili quantitativi che sono già presenti in cibi e bevande, oltre che nelle acque di cottura e nei sughi. Nel consumo di sale l'Italia è allineata agli altri Paesi del sud d'Europa, mentre eccediamo se confrontiamo il nostro utilizzo con quello dei Paesi del Nord. Basti pensare che il sale inizia a essere eccessivo già nell'alimentazione del neonato, con latte vaccino e cibi introdotti nell'alimentazione con lo svezzamento troppo saporiti.
Come ridurre il consumo di sale
Tra i cibi che contribuiscono a far aumentare il consumo di sale non voluto ci sono i derivati di cereali e il pane. Ma anche le forme conservate di carne e tonno, in quanto tali, contengono molto sale. Per non parlare poi delle salse e dei condimenti pronti d vario genere come ketchup, senape o altro. Per riportare quindi il sodio a valori consigliati, basterebbe ridurre il consumo di cibi conservati ed evitare di salare le pietanze. Anche perchè al sale ci si fa l'abitudine, e quindi più lo si usa più si avrà l'esigenza di salare le pietanze. Al contrario, meno sale si usa, più darà fastidio l'impatto con un cibo particolarmente salato. A tutto vantaggio della salute delle arterie e del cuore (ipertensione) e anche della linea, considerato che troppo sale favorisce la ritenzione idrica e dunque l'accumulo di grasso nelle zone a rischio.