Raffreddore rimedi, gli errori comuni da non commettere

Sieteraffreddati, fate starnuti, avete un respiro affannoso e, di conseguenza, siete alla disperata ricerca di sollievo, non importa di cosa si tratti. Così si inizia ad andare dal medico, convinti di ottenere qualcosa, qualsiasi cosa, in modo da sentirvi meglio e poter tornare al lavoro e alle nostre attività quotidiane.

Forse potreste essere fortunati a trovare una cura per la vostra tosse, ma niente di più. "La gente non capisce che i raffreddori sono auto-limitanti", spiega Veronica Nieto, un assistente professore di farmacia pratica presso la Texas A & M. "I nostri organismi sono naturalmente progettati per sbarazzarsi dell'infezione per conto proprio. Curando un raffreddore o l'influenza, stiamo solo pensando al trattamento dei sintomi. Non ci stiamo sbarazzando del virus reale che ne è la causa".

In altre parole, nulla delle cose che si fanno sono efficaci per scacciare via il virus più velocemente. Anzi, se non state attenti, le auto-prescrizioni o i "rimedi" fatti in casa potrebbero incoraggiare i sintomi a persistere ancora più a lungo.

Gli errori classici

Uno degli errori più comuni è prendere troppi farmaci contro i sintomi dell'influenza. "Le persone non capiscono che il farmaco ha bisogno di tempo iniziare a lavorare", ha detto Nieto Yahoo Salute. "Molti di questi prodotti hanno bisogno di almeno 30 minuti-un'ora prima di iniziare a farsi sentire". Il problema è che i malati sono spesso impazienti di sentirsi meglio e nelle loro menti, più farmaci equivalgono a un sollievo più veloce.

Non abusate dei farmaci

Ma ciò che in realtà accade è questo: quando si esegue l'overload di un farmaco, si possono effettivamente sviluppare una nuova serie di sintomi o esacerbare quelli che si hanno già. Ad esempio, se si prende una dose extra di un antistaminico di prima generazione, ci si può sentire estremamente stanchi, sintomi che non sono poi così diversi da quelli di un raffreddore.

Non soffiatevi troppo il naso

Quando il moccio scorre, soffiare il naso può sembrare ovvio. E in effetti vi darà un sollievo temporaneo. Ma prosciugare il naso può anche portare a problemi a lungo termine. "Se si soffia il naso con vigore, si spinge il liquido nasale nelle vostre cavità e nei seni". "Questo fluido può contenere batteri e virus, che entrano nei vostri seni nasali e causano un'infezione".

State a casa

Giocare a fare il martire e continuare ad andare a lavorare può portare a due conseguenze: fate ammalare tutti i vostri colleghi e probabilmente prolungate il vostro inferno. "Con il raffreddore e l'influenza, il vostro corpo ha bisogno di tempo per recuperare", ha detto Nieto. "Riposo e idratazione sono le cose migliori che si possono assolutamente fare. E poi provate a trattare i sintomi che diventano fastidiosi".

Occhio al caffè

Altro errore eccedere con il consumo di litri di caffè ("Mi dà energia!"). La caffeina in eccesso sarà in realtà solo un modo per disidratarsi, ritardando la guarigione di un paio di giorni, per non parlare del fatto che può tenervi svegli tutta la notte, tirando su col naso e non riuscendo a dormire.