N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Rimedi naturali contro colesterolo: avocado e carciofi

Il colesterolo si combatte soprattutto evitando alcuni cibi, come dolci, formaggi e piatti conditi con eccessivo burro e sale. Una dieta corretta e bilanciata, costituita da diversi alimenti, è il modo migliore per tenerlo alla larga. Ma quando il colesterolo si deposita sulle pareti interne delle arterie, ecco che iniziano i problemi. Perchè a lungo andare rischia di formare delle placche che possono ostacolare il flusso sanguigno. Oltre ai cibi nemici, ci sono anche i cibi amici che possono aiutarci a tenere alla larga quello cattivo. Vediamo allora due rimedi naturali al colesterolo, che diventano anche ottimi cibi da consumare quotidianamente per arricchire la nostra tavola.

Avocado

Mangiare questo frutto esotico quotidianamente può essere un ottimo metodo per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, Un valido aiuto soprattutto per chi ha messo su qualche chilo di troppo. Lo sostiene un gruppo di ricercatori statunitensi che ha verificato come l'avoca do possa essere utilizzato per sostituire gli acidi grassi saturi, quelli che abbondano nell'alimentazione moderna. Parliamo dei grassi della cane rossa, ma anche del latte e dei suoi derivati come burro e formaggi. L'avocado li sostituisce con acidi grassi insaturi, che sono salutari e aiutano il tasso di colesterolo del sangue a regolarizzarsi. In questo modo si combatte l'accumulo di colesterolo.

Carciofi

I carciofi sono un alimento comune nella dieta mediterranea, buonissimo, che può essere preparato in mille modi. E il fatto che combatta il colesterolo dovrebbe spingerci a consumarlo più spesso. Grazie all'elevata quantità di fibre che contengono, favoriscono l'eliminazione dei grassi attraverso l'intestino. Il meglio lo offrono se vengono mangiati crudi, anche se è comprensibile che sia una variante poco apprezzata. Ma va bene anche il decotto a base di carciofo, ideale per depurare l'organismo anche perchè in grado di favorire la diuresi e l'espulsione delle tossine dal nostro organismo, magari soprattutto in seguito a pranzi particolarmente abbondanti.