N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Troppa caffeina fa male: le dosi giornaliere raccomandate

Il caffé è un piacere e può fare anche bene, l'importante è non eccedere. L'Efsa raccomanda: bere più di 4 tazzine al giorno può essere pericoloso, soprattutto per le donne incinte e i giovani sotto i 18 anni.

Che poi il problema non è il caffè in senso stretto, ma la caffeina. E allora bisogna valutare il consumo globale, includendo anche bevande che la contengono come la Coca Cola e gli energy drink.

E’ la prima volta che i rischi da caffeina da ogni fonte alimentare vengono analizzati a livello di Unione Europea. Per quel che riguarda le donne incinta, la dose dovrebbe essere particolarmente ridotta: non oltre i 200 mg di caffeina, ovvero due tazzine al giorno. L'ente lancia l'allarme adolescenti e bambini. Che caffè solitamente non ne bevono, ma che assumono molta caffeina attraverso le bevande che ne contengono in grande quantità.

Per un soggetto adulto la dose giornaliera per un consumo di caffeina considerato "sicuro" è di 400 milligrammi. L'Efsa sostiene che una tazzina di espresso contiene dai 70 ai 100 milligrammi di caffeina, dunque il limite massimo di tazzine di caffè fissato dall’autorità europea è risultato essere di 4 al giorno.

"Il messaggio principale - spiega il portavoce dell’Efsa - è che i consumatori dovrebbero tenere conto delle diverse fonti di caffeina, oltre al caffè".

Se assunta oralmente, la caffeina viene assorbita rapidamente e completamente dall’organismo. Gli effetti stimolanti possono insorgere da 15 a 30 minuti dopo l’ingestione e permangono per alcune ore. Una tazza di espresso contiene circa 80 milligrammi di caffeina, esattamente quanta può contenerne un energy drink, mentre una tazza di tè arriva a 50 milligrammi e una bevanda a base di cola 40. Insomma non abbandonate il piacere di un caffè al mattino e dopo pranzo, anche dopo cena se non vi impedisce di dormire bene. Ma occhio a non esagerare. O magari valutate di alternare con il caffè decaffeinato.