N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Veronesi, ecco i cibi che proteggono dal cancro

Umberto Veronesi, forse il più famoso oncologo italiano è anche direttore scientifico dell'Istituto europeo di oncologia. Da sempre si batte per una corretta alimentazione, convinto che proprio di qui sia necessario partire per prevenire il cancro. Secondo alcune ricerche che Veronesi cita spesso, solo il 4 % dei tumori è causato da ciò che respiriamo, vale a dire dall’inquinamento atmosferico. Invece il 30 % dei tumori è causato da un’alimentazione scorretta.

Ecco allora che accanto ai cibi da evitare, ce ne sono altri che possono aiutare a proteggere il nostro organismo. L'elenco che fa Veronesi comprende vegetali ricchi di antiossidanti come pomodori, broccoli, arance, zucca, cavoli, fagiolini verdi, carote, verdure a foglia verde, legumi, aglio, cipolla, piselli, peperoni, patate, cetrioli, prezzemolo, finocchi, asparagi, carciofi, funghi, ravanelli e erbe aromatiche.

Ma anche frutta come fragole, mirtilli, melone, albicocche, lamponi, uva, anguria, castagne e alimenti noti come tè verde, pesce e olio d'oliva.

Veronesi spiega anche il perchè questi alimenti fanno bene al nostro organismo: si tratta di cibi che contengono dei composti fitochimici privi di calorie ma ricchi di sostanze benefiche, che Veronesi definisce veri e propri antidoti dal rischio cancro.

Sono sostanze che aiutano anche contro altre malattie note come diabete, malattie cardiache e degenerazione cellulare come l'Alzheimer.

Per capire come i cibi possano proteggerci, bisogna spiegare i due meccanismi principali con cui un alimento naturale riesce a rallentare il processo tumorale: inibire la crescita delle cellule cancerose e favorire l'apoptosi, vale a dire la morte cellulare programmata.

Alimenti come cavolfiori, broccoli, cavolo cappuccio, cavolo verza sono in grado di agevolare l'eliminazione delle sostanze tossiche regalano due preziose sostanze: il sulforafano, efficace contro i tumori al colon, alla prostata, la leucemia e il neuroblastoma e l’Indolo 3 carbinolo, vero e proprio antidoto contro tumore al seno e non solo.

Invece alimenti che usiamo abitualmente come aglio, cipolla, porro e scalogno hanno la capacità di stabilizzare il Dna delle cellule sane proteggendo l'organismo da tumore dell’esofago, dello stomaco e della prostata.

Infine lamponi e fragole, grazie all'acido ellagico, bloccano le cellule tumorali perchè inibiscono la formazione di vasi sanguigni ad esse circostanti, facendo in modo che non arrivi più nutrimento.