N.Verde Ordini 800 770 236 (09:00-17:00)

Veronesi, sì al vegetarianismo fin da bambini

Umberto Veronesi torna a parlare della sua convinzione di eliminare la carne dalla dieta. In particolare, l'oncologo si sofferma sulla possibilità di far diventare vegetariani anche i bambini, senza nessun pericolo di carenza di vitamina B12, "contenuta nella carne, ma anche in tutti i derivati animali, tra cui i latticini".

"La carenza di B12 può avere ragioni genetiche, per una differenza soggettiva nell'assorbimento delle sostanze", continua il professore. Dunque non è automaticamente correlata a una mancanza di carne o ad una alimentazione vegetariana".

Il nodo è sempre quello: il ruolo dei grassi animali nella dieta, oggetto di discussioni tra chi li reputa nocivi e chi indispensabili, soprattutto nell'età evolutiva.

L'alimentazione vegetariana e vegana sono adatte a tutte le fasi della vita? Secondo alcuni medici sì, anche nel periodo della gravidanza e dell'allattamento, nell'infanzia, nell'età adulta e in vecchiaia. E ci sono i medici che ritengono pericoloso privare i bambini di ferro, B12, proteine, che si possono assumere mangiando altro.

Sullo "svezzamento vegetariano" Veronesi non ha dubbi:
"Abituare un bambino ad adottare una dieta vegetariana sin dallo svezzamento, o lo svezzamento vegetariano come lo chiama lei, significa dargli un vantaggio indiscutibile in termini di salute, perché lo si dota di una difesa forte e duratura contro molte malattie dell'età adulta. E' principalmente nell'infanzia che si acquisiscono gli stili di vita che ci accompagneranno per tutta la vita".

Veronesi ha dati scientifici: "E' dimostrato che i vegetariani sono dal 20 all'80% più protetti dalle malattie cardiovascolari, il 40% più protetti dal cancro e dal 20 al 60% più protetti dall'alta pressione arteriosa. Anche perché pesano in media circa il 10% in meno rispetto agli onnivori. Proteggendoci dall'obesità, il vegetarianesimo riduce il rischio di diabete e ancora malattie cardiovascolari e tumori".

Veronesi chiarisce: "Non c'è alcun dubbio scientifico circa il fatto che frutta, verdura e prodotti di origine animale contengano tutti gli elementi necessari per crescere forti e vivere in buona salute".

Ma per Veronesi non c'è solo una motivazione alimentare: "E' importante introdurre un bimbo sin dall'infanzia in un mondo in cui non è necessario massacrare e uccidere esseri viventi per nutrirsi bene".